Drago

Il Drago è una strana creatura, presente in tutte le culture fin dagli albori del tempo.

Viene descritto come un animale mostruoso dal corpo di rettile e dalla testa di leone o di uccello o anch’essa di rettile; a volte ne ha anche più d’una, e dalle sue narici escono gas venefici o fiamme. Ha ali di pipistrello e una lunga coda, il corpo è coperto di embrici squamosi.
Si ciba di carne (indifferentemente di animali o esseri umani!!) e molte comunità furono costrette a offrirgli periodicamente il pasto per non incorrere nella sua ira.
Il Drago ha l’abitudine da accumulare enormi tesori di cui è molto geloso. Vi dorme coricato sopra e spesso le pietre preziose rimangono incastonate nella sua pelle. Uno dei tesori più conosciuti è il vello d’oro, che Giasone recuperò con l’aiuto di Medea, sua promessa sposa.
Un tipo particolare di Drago è il Basilisco; è una creatura spaventosa che può uccidere col solo sguardo. Ha denti aguzzi ed estremamente velenosi. Si dice, in una leggenda carnica, che il Basilisco nasca da un uovo di gallo privo di tuorlo.
Il drago è il simbolo dell’angoscia e del terrore presente nell’inconscio di tutti gli uomini, dunque questa creatura viene spesso associata al Male. Nella cultura greca, per esempio, il Drago è soggiogato al carro di Demetra (Cerere nella cultura Romana); nell’Apocalisse Giovannea è un enorme mostro dalle sette teste detto: “Il serpente antico, colui che chiamano il Diavolo o Satana”; nella cultura Cristiana viene combattuto dai santi.
 
Il Drago nel Tao (Miao Yin)

“Dalle fauci emette nuvole ed ha in suo potere la pioggia, le acque dei fiumi e dei laghi. Deciso e tenace, allorchè si prefigge un’obbiettivo non si da pace finchè non l’ha raggiunto.
L’innata forza di carattere gli conferisce autorevolezza ed attitudine al comando.
Custode del vello d’oro nella mitologia Greca, il Drago, nel Tao, difende la tradizione: rappresentato da colline o montagne, garantisce protezione grazie alla sua forza sovrumana. Drago è l’aspetto maschile Yin, abbinato alla Tigre, che indica l’aspetto femminila Yang.
Il drago sale in cielo nell’equinozio di primavera e discende l’abisso nell’equinozio d’autunno. Ognuno di noi può sentirlo dimenarsi nei sussulti interiori. il suo compito è agire, vagare libero nei segreti cunicoli in attesa della grande fiamma.”

Precedente Banshee Successivo Elfo