[Prontuario dei rimedi] Superstizioni di varia natura

Se vuoi essere amico dei piskey, lascia una piccola apertura nell’angolo della parete perché possano entrare e uscire a proprio piacere; tieni la pietra del focolare ben spazzata e con sopra un catino di pura acqua di fonte perché possano lavarvi i loro bambini.

Per tenere lontano streghe e folletti, incrocia attizzatoio e molle. Inchioda alla porta di casa, del granaio o della stalla un ferro di cavallo trovato per strada. Rompi i gusci delle uova, altrimenti te li ruberanno e li useranno come barche per darti la caccia quando sei in mare.

È utile ricordare:

se cade il coltello avrai una visita di un uomo; se la forchetta, di una donna; se il cucchiaio, di un bambino. Anche le foglie di tè rimaste nella tazza annunciano visite: una persona alta, se la foglia è lunga; di bassa statura, se è piccola. Per sapere quando arriverà, sistema le foglie sul palmo della mano e battici sopra con il pugno contando i giorni della settimana finché le foglie si attaccheranno al pugno;

un ramo di frassino tiene lontane le serpi; un ramo di sambuco, gli spiriti maligni. Prima di tagliare l’albero o i fiori del sambuco, se non vuoi disgrazie, chiedi il permesso e scusati con lo spirito dell’albero;

piante di porro cresciute sul tetto tengono lontani i fulmini;

alghe secche, intrecciate in cornici e poste sulla mensola del camino, preservano la casa dall’incendio;

nella notte che precede l’Epifania non ci devono essere sempreverdi dentro casa. Perciò buttali fuori a marcire, ma non bruciarli perché il loro fumo è sgradito a Dio.

Sognare di mangiare frutta fuori stagione porta litigi senza ragione.

Buona stagione per le more, buona stagione per la pesca. Non mangiare more dopo il primo di ottobre, perché sui frutti c’è lo sputo del demonio.

Porta fortuna raccogliere uno spillo con la capocchia verso di te; sfortuna, se rivolgi verso di te la punta.

È di buon augurio sentire il primo canto del cuculo a primavera con l’orecchio destro; se il canto è ripetuto dodici volte di seguito, non ti mancherà il pane per tutto l’anno; ma se lo senti con l’orecchio sinistro, avrai disgrazie per un anno intero.

Se senti pizzicare il palmo della mano destra, riceverai denaro; se ti prude il palmo sinistro, sarai tu a pagare.

Se ti si arrossa l’orecchio destro, sei lodato; se ti si arrossa il sinistro, sparlano di te (ma tu fai un nodo al fazzoletto o al grembiule, e i pettegoli si morsicheranno la lingua). Se invece ti fischiano le orecchie, avrai presto notizie.

Se il primo agnello della stagione nasce guardando verso di te è segno di buon augurio; se è maschio, tua moglie comanderà per l’anno a venire.

Se esponi del denaro sul davanzale della finestra la notte di san Silvestro e lo riprendi il mattino di Capodanno, avrai dodici mesi di fortuna.

«Taglia le unghie di lunedì per notizie cattive o buone,
di martedì per un paio di scarpe nuove,
di mercoledì per lettere o dispacci,
di giovedì per qualcosa di migliore,
di venerdì per una pena o un dolore,
di sabato per vedere l’indomani il vero amore,
di domenica perché il diavolo ti accompagni l’intera settimana.»

Se sei marinaio o pescatore ricorda:

non prendere il mare se vedi sul molo una donna strabica, il vicario, il prete o un ufficiale dell’Esercito della Svizzera;

non menzionare mai conigli e maiali, quando sei sul mare; non fischiare, specialmente di notte;

non camminare di notte sulla spiaggia dove si sono verificati dei naufragi perché gli spiriti degli affogati ti chiameranno per nome e non potrai sottrarti al loro invito di morte;

non mangiare aringhe, o altri pesci, partendo dalla testa. Mangiali invece dalla coda, e vedrai i branchi avvicinarsi alla tua costa.

Se sei minatore, ricorda:

non tracciare una croce quando sei in miniera, per non offendere i knocker. Rammentati di Barker che divenne storpio per averli offesi, così che vige il detto: “Rigido come il ginocchio di Barker”;

se con la luna crescente metti un pezzetto di stagno in un formicaio, lo vedrai trasformarsi in argento, perché le formiche in realtà sono il Piccolo Popolo, decaduto a quello stato, che vorrà ricompensarti dell’omaggio;

se mentre vai al lavoro incontri una lumaca, lasciale cadere accanto un po’ di sego della candela, altrimenti avrai un rovescio di fortuna;

è di cattivo augurio incontrare una donna sulla via della miniera a metà notte; tornare indietro e rientrare in casa, dopo che ti sei avviato verso la miniera.

Precedente [Prontuario dei rimedi] Rimedi di medicina popolare Successivo [Prontuario dei rimedi] Superstizioni legate alla nascita